Telefono: 06 39723008
La discovery ed il deposito degli atti penali – Art. 415-bis C.P.P.
discovery deposito atti penali

Nel nostro sistema penale, quando il Pubblico Ministero ha completato le indagini avvisa l’imputato e le altre persone interessate che l’indagine è completa e che vi è stato il deposito degli atti penali (discovery) che così possono essere consultati o copiati.

L’imputato o il suo difensore, in seguito a tale evento, valuterà l’opportunità di fare indagini difensive o allegare agli atti tutta la documentazione in suo possesso che possa tornare utile alla difesa.

Inoltre, nel limitato tempo di 20 giorni poterà chiedere al Pubblico ministero l’interrogatorio dell’imputato (che, non bisogna dimenticare, è una prova e come tale va utilizzata), affinché giustifichi il suo operato e spieghi i motivi per cui non è colpevole dei fatti addebitati.

All’esito di tale attività defensionale, anche se attività defensionale non ve ne sia stata, il Pubblico Ministero dovrà decidere se gli elementi raccolti nel corso dell’indagine siano sufficienti ad intentare un processo contro l’imputato o on lo siano.

In tale ultimo caso chiederà l’archiviazione del procedimento al Giudice delle indagini preliminari al quale spetterà la decisione sul divenire: se dichiarare l’archiviazione o se rinviare gli atti al PM per la prosecuzione delle indagini oppure la formulazione del capo di imputazione.

Nel caso in cui il Pm decidesse di proseguire, presenterà al Giudice richiesta di rinvio a giudizio affinché venga fissata l’udienza preliminare ed in tale sede saranno possibili le varie opzioni di giudizio.

Breve.

Il deposito degli atti ex art. 415-bis c.p.p. è un momento fondamentale per il processo in quanto è il momento in cui imputato e difensore potranno conoscere i motivi di indagine e le prove a carico.

In buona sostanza è il “momento do apertura” del c.d. regime accusatorio, in quanto si passa da una attività secretata, ove esiste solo un indagato, al processo vero e proprio dove l’indagato diventerà “imputato” avendo la pienezza dei suoi diritti di difesa garantiti dal regime sopra richiamato.

Cioè la discovery è il momento di svolta dell’attività processuale.

About the Author

Mario De Caprio
Mario De Caprio
administrator

No Comments

Comments are closed.

Sede :

error: Il contenuto è protetto!!